English
Italiano
La foresta ti ha. Storia di un'iniziazione - Luis Devin
Editore:  Castelvecchi - LIT
Edizioni
Pagine:  192
Prezzo ed. tascabile:  € 9,90
Prezzo prima edizione:  € 16,50
Prezzo e-book:  € 6,99

Genere:  Narrativa italiana /
Libri di viaggio / Avventura / Storie vere

Collana:  LIT Libri in tasca
Edizione tascabile:  Ottobre 2012
ISBN:  9788865830963

Tags:  Pigmei africani / Foresta pluviale / Riti d'iniziazione / Antropologia / Mondi e culture che scompaiono
Scarica la scheda del libro:
Italiano  Scheda libro in Italiano:
pdf
English  Book details in English:
pdf
Français  Fiche du livre en Français:
pdf
Español  Ficha del libro en Español:
pdf
Deutsch  Informationen auf Deutsch:
pdf
Luis Devin

Luis Devin

Nato a Torino nel 1975, ha compiuto ricerche antropologiche in Africa centrale, vivendo con i pigmei Baka e altri cacciatori-raccoglitori del bacino del Congo, di cui studia da oltre un decennio la musica, i rituali e le strategie di sopravvivenza. La foresta ti ha è il suo primo libro.


-->  Nota biografica estesa
-->  Galleria audio-fotografica
-->  Pigmei Baka

La foresta ti ha

Storia di un'iniziazione
 CASTELVECCHI - LIT Edizioni

PREMIO AURELIO PECCEI 2013

SELEZIONE PREMIO PRIMO ROMANZO
CITTÀ DI CUNEO 2013
2° PREMIO LETTERATURA E AMBIENTE
FESTIVAL VALLE OLONA 2012

SELEZIONE SCUOLE
PREMIO PRIMO ROMANZO CITTÀ DI CUNEO 2013

SELEZIONE ROMANZI D'ESORDIO ITALIANI
FESTIVAL DU PREMIER ROMAN
DE CHAMBÉRY 2013

"Questo romanzo d'esordio ha talento narrativo
e lo stigma della verità"  – 
CARLO GRANDE
(TuttoLibri - La Stampa)

PREMIO AURELIO PECCEI 2013

SELEZIONE PREMIO PRIMO ROMANZO
CITTÀ DI CUNEO 2013


"Ti stringe a sé, ti protegge. Ti striscia sui piedi e ti vola addosso, ti graffia. Ti nuota intorno quando entri nell'acqua. Ovunque tu sia, senti la sua voce. Il suo odore. Il suo respiro. Anche a volerlo non puoi nasconderti, perché i suoi occhi sono dappertutto. E un po' alla volta ti trasforma. Ti inghiotte e comincia ad assorbirti, ti digerisce.
La foresta.
Alla fine fai parte del suo organismo, come le antilopi e i ruscelli. Le piante e i bruchi delle palme. Sei diventato una sua appendice. Sei suo."

UNA STORIA VERA DAL CUORE DELL'AFRICA,
UN VIAGGIO AFFASCINANTE IN UN MONDO SCONOSCIUTO,
TRA CAPANNE DI FOGLIE, SPIRITI DELLA FORESTA
E RITI D'INIZIAZIONE CON I PIGMEI BAKA


Africa centrale. Jenghi, il misterioso e potente spirito della Foresta, è pronto a uccidere i giovani pigmei di un accampamento durante un antico rito d'iniziazione. Tra i ragazzi che giacciono a terra nella radura, nudi, con i corpi dipinti e cosparsi di sangue, c'è per la prima volta anche un bianco, uno studente di antropologia arrivato nella foresta da pochi mesi. Comincia così il racconto autobiografico di Luis Devin, scandito dai rituali a cui i pigmei Baka l'hanno sottoposto per farne un membro del gruppo e consentirgli di condividere con loro i segreti della foresta. Ma il rito di passaggio, con le sue prove da superare e i suoi insegnamenti, è anche il filo conduttore di una vicenda più ampia, che si sviluppa in un mondo naturale (la grande foresta africana) e culturale (gli accampamenti pigmei) mantenutosi fino a tempi abbastanza recenti in relativo equilibrio, un mondo che purtroppo sta velocemente scomparendo. Spedizioni per la raccolta del cibo, battute di caccia con la balestra, canti propiziatori, strumenti musicali fatti di foglie e di acqua, ma anche deforestazione, conflitti con i popoli Bantu, stregoneria, alcolismo, prostituzione e commercio illegale di selvaggina: sono questi alcuni dei temi che fanno da sottofondo alla storia principale, che Luis Devin ci narra con uno stile asciutto e coinvolgente, sempre in presa diretta, in grado di fondere narrativa, antropologia e suggestioni poetiche di una sconosciuta lingua pigmea in una sintesi del tutto originale.




«Questo romanzo d'esordio ha talento narrativo e lo stigma della verità: è un'orazione panteistica, un inno alla foresta e ai suoi abitanti, i pigmei Baka.»
Carlo Grande - TuttoLibri, La Stampa

«Un'avventura straordinaria, per documentare la cultura di un mondo che sta velocemente scomparendo.»
Gianfranco Corino - Oasis

«Mi sono tornati alla mente i giorni trascorsi con i pigmei: esperienza straordinaria, irripetibile, tuttavia nulla a confronto di quella narrata da Luis Devin. Non credo possa ottenere di più chi ammira e rispetta i superstiti popoli indigeni di questo pianeta.»
Folco Quilici

«Luis Devin racconta in prima persona l'esperienza di un rito d'iniziazione con i pigmei Baka. Certi uomini per tornare a casa devono fare giri infiniti che passano dall'Africa e dalle foreste. Non a tutti è richiesto, ma sono loro che suggeriscono che cosa fa di un uomo un uomo: morire prima di morire.»
Dario Olivero - La Repubblica

«La straordinaria esperienza che ha vissuto Luis Devin inserendosi a tal punto nella comunità indigena da essere ammesso ai suoi riti d'iniziazione.»
Vanna Pescatori - La Stampa

«Un romanzo capace di fondere intimismo, esotismo, denuncia sociale, avventura e mistero, mantenendo viva l'attenzione con un'impalcatura avvincente fatta di episodi significativi e di epifanie vissute in prima persona.»
Simone Colombo - Argo (rivista letteraria)

«Devin ha vissuto tra i pigmei Baka del Camerun ed è riuscito a farsi ammettere in un loro clan partecipando, con gli altri giovani, ai riti segreti di iniziazione nella foresta. Un reportage da un mondo che scompare.»
Michele Gravino - National Geographic

«Cronaca e narrazione antropologica, reportage e denuncia, autobiografia e osservazione scientifica, ma soprattutto storia di una rivelazione e di un approdo.»
Maria Giulia Minetti - La Stampa

«Il racconto di cosa si prova a unirsi a una cultura millenaria opposta alla nostra, dove si è tutt'uno con una natura ospitale e feconda ma anche crudele.»
Giuliano Aluffi - Il Venerdì di Repubblica

«Le foreste africane sono sotto minaccia, e i veri esperti di questi complessi ecosistemi sono i pigmei. Luis Devin, uno dei pochi occidentali ammessi in una tribù di pigmei Baka, racconta perché il loro rapporto con la natura deve fare scuola.»
Gustavo Gandini - Panda (rivista ufficiale del WWF Italia)

«La storia di un'avventura che nessun bianco ha mai vissuto.»
Maria Spezia - Millionaire

«Un viaggio in un mondo incontaminato, ancora per poco forse, fra persone che vorresti davvero incontrare e conoscere, in una dimensione in cui ti piacerebbe avere la fortuna di immergerti per potere provare le stesse emozioni che ti trasmette.»
Lorenza Mari - ArticoloTre

«Coinvolgente e suggestivo. Un viaggio di esplorazione antropologica che è diventato condivisione, amicizia, amore.»
Laura Stradaroli - Domus Aurea Magazine

«Una penna brillante, una scrittura diretta e semplice quanto raffinata. Devin sa commuovere e sa farti sorridere, con ritmo incalzante e aneddoti affascinanti, trasmettendo la magia di questi luoghi e del popolo dei pigmei Baka. Un libro perfetto, scritto come una fotografia, scritto col cuore. E al cuore arriva. Come la foresta.»
QLibri Redazione

«Tra spedizioni e battute di caccia, canti propiziatori e cerimonie di stregoneria, Luis Devin narra la sua straordinaria esperienza con i pigmei Baka, fondendo narrativa, antropologia e suggestioni poetiche.»
Pier Maria Mazzola - Africa

«Luis Devin ha avuto il coraggio di mollare tutto e tutti per esplorare un mondo ancora sconosciuto, nella foresta equatoriale africana. Un'avventura incredibile, raccontata nel suo libro "La foresta ti ha. Storia di un'iniziazione", targato Castelvecchi editore.»
Alessandra Ariagno - Cronacaqui

«Il racconto che Luis Devin offre della sua esperienza va ben aldilà del pur ricco resoconto scientifico: è l'intima storia di un rapporto di amicizia con un popolo straordinario, è la storia autobiografica di un alieno che sbarca in un pianeta estraneo, e con pazienza, determinazione e sensibilità si fa accettare dai suoi abitanti.»
Flavio Alagia - nonsoloturisti.it

«Scorrevole, ben articolato, ti risucchia dentro come la foresta.»
Luigina Pugno - Gravità Zero
(portale di divulgazione scientifica)

«Lo stile asciutto e coinvolgente di Devin ci regala un viaggio in un mondo che forse è sempre stato anche il nostro ma che ormai da troppo tempo abbiamo dimenticato di possedere.»
Mangialibri (portale letterario)

«Ogni singola riga di questo romanzo è piena di spirito, di respiro, di anima. E insieme di piccole cose, pesci, frutti, foglie, bambini. E coraggio feroce.»
Noemi Cuffia - Tazzina-di-caffè (blog letterario)

«I segreti della foresta. Riti d'iniziazione. Idee di natura e società che fatichiamo a immaginare nel traffico dei nostri impegni. Eppure qualcuno ha ancora voglia di partire, andare a vedere, provare sulla sua pelle... E se non è solo un antropologo ma uno scrittore, anche a noi sembra di conoscere il verde di quelle foglie e il suono di quella lingua. Come ci fossimo stati.»
laFeltrinelli.it Redazione libri

«Un'avventura straordinaria in un mondo che sta velocemente mutando. Un racconto di avventura, mistero, emozioni, ma anche di denuncia sociale.»
Simona Trere - TuttoGreen


--> Recensioni, interviste e video interviste